PER SCOPRIRE

i piccoli piaceri della vita


ARTICOLI SUL BUON BERE



La vostra guida enogastronomica

La falanghina è un vitigno autoctono di pregio dalle antiche, nobili, gloriose tradizioni: vigoroso e produttivo, derivante da ceppi greco-balcanici, venne introdotto in Campania dagli Aminei, popolo pelagico.
La falanghina è un vitigno autoctono di pregio dalle antiche, nobili, gloriose tradizioni: vigoroso e produttivo, derivante da ceppi greco-balcanici, venne introdotto in Campania dagli Aminei, popolo pelagico.
Attualmente, si estende su un’area pari al 5% dell’intera superficie vitata regionale: i territori maggiormente vocati alla produzione sono il Sannio Beneventano, i Campi Flegrei e il Casertano.
Insigni studiosi, quali il Frojo e il Fiorito, individuano nella falanghina l'antenato del Falernum Gauranum, famoso come vino degli imperatori, elogiato da Plinio il Vecchio, celebrato da illustri poeti, immancabile sui sontuosi deschi della magnifica corte reale di Napoli ed inserito nella prestigiosa carta dei vini papale; l’Acerbi, nel 1825, lo cita tra i “finissimi fautori di piaceri sublimi della gola”.
Il nome deriverebbe dal latino phalanx, o palo, al quale le viti erano sostenute secondo il sistema di allevamento puteolano, tuttora diffuso, tipico degli antichi campi ardenti dei greci, terra magica e leggendaria, sfondo dell’epica Gigantomachia.
Prodotto enologico seducente, esprime intatta la sua tradizione di classe nella vinificazione in purezza, servito tra gli 8 e i 10 gradi: è un eccellente vino bianco dal colore giallo paglierino con riflessi verdognoli; all'olfatto si apre in un ricco ventaglio aromatico di delicate note floreali e fruttate dai profumi intensi e persistenti, con lieve sentore di ginestre, fiori della macchia mediterranea, banana, mela verde, pera, mandorla, sambuco e basilico; il sapore è secco, fresco, armonico, morbido, di buona acidità; il retrogusto amarognolo, ampio e piacevole, rammenta il melograno.
La falanghina, le cui uve a buccia bianca partecipano, con percentuali diverse, agli uvaggi di molti vini Doc e Igt campani, possiede un’incredibile versatilità: “Nessun vitigno riesce ad esprimere meglio l’anima del palato partenopeo”, afferma con convinzione il noto giornalista Luciano Pignataro.
Ottimo servito quale aperitivo, si accompagna egregiamente ai piatti tradizionali della cucina mediterranea: antipasti, riso e pasta con frutti di mare, crostacei, salse delicate, minestre di legumi, zuppe con funghi, pesce grigliato e fritto, carni bianche, formaggi a pasta molle, caprini giovani, mozzarella di bufala campana, pizze assortite, flans di verdure.
È stupefacente la capacità di questo vino rinomato di cambiare fisionomia senza sminuire invecchiando: il passito, superbo vino da meditazione, sposa degnamente la pasticceria secca; la versione spumante è particolarmente apprezzabile.
La storica azienda agricola Antica Masseria Venditti di Castelvenere (BN), risalente al 1595, rispettosa della tradizione e tecnologicamente all'avanguardia, affermatasi con appassionato impegno in importanti concorsi internazionali, produce vini di eccellenza, che dal 1997 vantano la certificazione biologica AIAB. Tra le bottiglie d’autore, creativamente etichettate dall’artista Lorenza, spicca il Vàndari Falanghina, dal nome dell’antico contado che ha dato le origini al caratteristico piccolo centro della Valle Telesina.
La Rassegna regionale annuale dei vini da uve falanghina, Falanghina Felix, giunta alla quarta edizione, occasione eccelsa d'informazione e di promozione di questa cultivar, si svolge nel periodo estivo a Sant'Agata dei Goti (BN), l'antica Saticula, borgo fortificato medioevale, che si erge incantevole su una terrazza a strapiombo fra due affluenti del fiume Isclero.
Il raffinato nettare di Bacco, definito da Luigi Veronelli “un autentico e prezioso gioiello”, regala inalterate le poliedriche emozioni rievocanti gli splendidi fasti del suo eccelso passato.

Anna & "Il Sommelier"

Per lasciare un commento a questo articolo devi essere registrato oppure devi aver effettuato la procedura di LOGIN inserendo i tuoi dati nel modulo in alto alla pagina! Se ancora non sei registrato, CLICCA QUI.

CERCHI UN VITIGNO AUTOCTONO E LA SUA STORIA?

Inserisci anche solo una parte del nome del vitigno:

Cerca una
degustazione

CERCHI UN RISTORANTE?

Puoi inserire anche l'inizio del nome del ristorante da cercare:

Ricerca avanzata,
per citta, provincia, regione
...

CERCA UN'AZIENDA

Cerca tra le migliori aziende enogastronomiche in Italia: